Sintonizzati su HomoSapiens

previous arrow
next arrow
Slider

La storia dell’umanità dalle sue origini ad oggi è la storia del conflitto tra le forze che volevano elevarla dallo stato di natura, dal dominio del più forte fisicamente prima, militarmente poi, economicamente dopo e finanziariamente oggi e quelle che volevano trattenerla. L’egemonia dei modelli liberisti è segno che questa emancipazione non ci sia ancora stata.

Crediamo che il patto sociale fondamento del nostro Stato sancisca l’inviolabilità della dignità umana intesa come: libertà di pensiero e autodeterminazione, incolumità personale, diritto di libera associazione, libero accesso alla conoscenza e alle informazioni e a un trattamento equo e paritario da un punto di vista sia giuridico che economico.

Affinché ciò sia possibile è necessario che lo Stato assuma un ruolo centrale nell’economia, a partire da:

Controllo pubblico del sistema bancario in primo luogo di Banca d’Italia

Introduzione di limiti alla circolazione dei capitali a tutela dell’economia nazionale

Eliminazione della componente speculativa del debito pubblico

Linea, movimento federativo di Comitati Popolari territoriali, alternativa politica di autodifesa, organizzazione democratica e ricostruzione del legittimo potere politico costituzionale, crede nel:

DIRITTO AL LAVORO

Il diritto al lavoro deve essere effettivo per tutti. La garanzia di tale diritto è un dovere dello Stato che deve predisporre un piano per la piena occupazione

DIGNITÀ DEL LAVORO

Lo Stato deve garantire la giustizia sociale, é quindi suo compito l’eliminazione del precariato e la tutela dei redditi da lavoro dipendente e autonomo

SANITÀ E PREVIDENZA PUBBLICHE

E’ compito dello Stato garantire il diritto alla salute e a una vecchiaia serena è quindi suo dovere ripristinare integralmente il carattere pubblico di sanità e previdenza

DIRITTO ALLO STUDIO

Il diritto allo studio deve essere garantito anche agli strati più deboli della società, con un’offerta scolastica, finalizzata a una formazione paritaria su tutto il territorio nazionale

NAZIONALIZZAZIONI

La gestione dei settori strategici quali energia, acqua telecomunicazioni, trasporti, sono prerogativa dello Stato che deve provvedere alla loro nazionalizzazione

GIUSTIZIA SOCIALE

I principi di equità, giustizia sociale e progressività sanciti dall’art. 53 della Costituzione devono trovare la loro esplicitazione in una reale riforma fiscale

Prossimi Eventi

Comitati Territoriali